Le regole della scala 40

La scala 40 online gratis è l’oggetto, come è ovvio, di questo blog.

Oggi però ho deciso di pubblicare, traendolo da wikipedia, un breve estratto delle regole della scala 40 affinchè tutti siano messi perfettamente in grado di giocare.

Buona lettura!

Si gioca con due mazzi da 54 di carte francesi. Il numero dei giocatori può andare da due a cinque (ma volendo anche più) ed ognuno gioca per proprio conto. Stabilito il cartaio, vengono distribuite in senso orario (o antiorario secondo gli usi) 13 carte coperte a ciascun giocatore. Viene quindi scoperta una carta, la quale rappresenta l’inizio del pozzo. Le rimanenti carte, che devono essere coperte, vengono appoggiate a fianco del pozzo e rappresentano il tallone. Ciascun giocatore pescherà una carta dal tallone e la metterà nelle carte che ha già in mano e ne scarta un’altra, o la stessa, mettendola nel pozzo. Non si devono guardare le carte nel corso della distribuzione che, tuttavia, si devono raccogliere man mano. Ciascun giocatore deve controllare, nel corso della distribuzione, di ricevere le 13 carte.

Le carte possono essere viste solo dopo che il mazziere ha collocato la carta di inizio del pozzo.

Nel caso di errata distribuzione delle carte un giocatore deve fare rilevare l’errore prima del suo primo scarto. In questo caso si procede alla nuova smazzata e nuova distribuzione.

Nel caso nessuno rilevi vizi di distribuzione la giocata prosegue regolarmente anche se in effetti il vizio esiste e se tutti i giocatori, o solo qualcuno di essi, hanno più di 13 carte la chiusura avverrà normalmente con lo scarto, se invece le carte sono solo 12 la chiusura dovrà avvenire senza scarto. La visione involontaria di carte nel corso della distribuzione (compresa la prima carta del tallone) conferisce facoltà al giocatore al quale è destinata la carta di far ripetere la smazzata qualora non abbia visto le sue carte distribuite.

Per aprire si deve aver formato almeno due o più tris e/o uno o più quartetti o scale la cui somma deve valere almeno quaranta punti.

L’ordine di scala è quello nominale si va dall’Asso al Re. Il valore delle carte è quello nominale. Le figure valgono 10 punti. L’Asso vale un punto se messo, in scala, prima del Due, mentre vale 11 punti se messo in tris o in scala dopo il Re.

Scopo del gioco è chiudere, cioè calare tutte le carte in mano, formando tris, quartetti o scale e calando l’ultima nel pozzo. Chi chiude si dice che ha vinto la mano. Gli avversari devono scoprire le carte e conteggiare i punti in mano. Il punteggio per sballare, ossia uscire dal gioco, solitamente è 101, ma può essere stabilito, dai giocatori, anche 151, 201 o 501. Può essere stabilita la facoltà di rientro del giocatore “sballato” che in tal caso rientrerà con una penalità e con il punteggio più alto dei giocatori ancora in gioco. Non è valido chiudere al primo giro (ovvero alla prima mano); per chiudere deve essersi completato almeno una volta il primo giro: questo per consentire ad ogni giocatore almeno una volta di provare ad aprire.

Questa voce è stata pubblicata in scala 40 e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...